ROTTAMAZIONE - Materia Dopo - fino al 27.IV.2002

In un nuovo spazio aperto a Torino, il duo dei RottamAzione, utilizza pezzi di vespa o motorini, parti di carrozzeria e altri materiali di recupero, trasformandoli in lampade o oggetti di design, dall’aspetto gradevole e accattivante…
Valvocenere. Vespa Muro. Telebox. Travoluzione. Bollux. Nautilux. Sono i titoli di alcuni dei lavori presentati alla DESIDE Gallery dal duo RottamAzione, al secolo Cesare Catena e Lorenza Capitano, ricavati dalla rielaborazione - minima - di alcuni oggetti, in maggioranza parti di carrozzeria di motorini, vespe o trattori, destinati alla rottamazione e dai due giovani artisti torinesi, riportati alla vita, unicizzati ed elevati al titolo di oggetto d’arte. Per chi non ha sotto gli occhi questi lavori, nel tentativo di immaginarli potrebbe fare un parallelo con l’Arte Povera e pensare a ferri contorti e arrugginiti, a saldature a vista e commistioni di materiali. Niente di pi¨ sbagliato. I lavori dei RottamAzione sono smaltati e lucidi, senza ammaccature nÚ righe e senza ombra di ruggine, praticamente perfetti. La mutazione che li coinvolge, donando loro nuova vita, li ha trasformati in bellissime lampade, in originali portacenere o tavolini, o in un divano - sul quale durante l’inaugurazione era ben visibile un cartello che invitava i visitatori a non sedere - e, perchÚ no, in quadri.
Del resto, come affermato nel testo in catalogo a cura di Giuliano Molineri, “Lorenza Capitano e Cesare Catena non sono solo artisti ma fondamentalmente designer” e ci˛ si evince dalla cura estrema con cui rifiniscono questi lavori, dall’attenzione che adoperano nella scelta dell’oggetto, nel dotarlo di una bellezza estetica e di una funzione pratica che lo trasforma in qualcosa di utile e piacevole al contempo. Oggetti che in definitiva, non Ŕ difficile immaginare in case a loro volta “perfette”, arredate con gusto ed estrema ricercatezza. Oggetti destinati a riscuotere probabilmente un grande successo. E chissÓ quali sensazioni, quali vibrazioni saranno in grado di trasmettere a chi potrÓ utilizzarli in casa propria, quali atmosfere sapranno creare lampade e posacenere sparsi per le stanze.
Mi Ŕ venuto spontaneo fare un paragone con una installazione degli stessi autori, vista in occasione di “Ecofficina” nel 2001. Si chiamava “Chylonenge” e mi aveva colpito per originalitÓ e contenuti, a differenza delle opere di questa mostra che ho trovato poco coinvolgenti e un po’ fredde. Certo il contesto di allora - una collettiva di artisti impegnati ad usare prodotti d’imballaggio attenti all’eco-sostenibilitÓ - era molto differente da quello attuale, ma ugualmente (o forse proprio per questo) mi sorge il dubbio che in questi lavori, ricerca e libertÓ d’azione siano stati un po’ troppo sacrificati a favore di un operare pi¨ attento agli aspetti estetici, meramente utile alla mercificazione delle opere.
Bruno Panebarco
Mostra visitata il 26.03.2002
RottamAzione (Lorenza Capitano, Cesare Catena) - Materia Dopo - DeSide Gallery Via Mongrando 42D - Torino - Dal 27 Marzo al 27 Aprile 2002 Orario: lunedý - sabato 15,30 - 19,30 - Catalogo: si - bar: no - Telefono: 011.83.56.46

e-mail: de.side@tiscali.net  

vai alla scheda personale di Bruno Panebarco
Invia questa pagina ad un amico